LMDE non è Debian

 

 

LMDE non è Debian. Questo tipo di affermazione lo sò è molto grave, e sinceramente mi pesa anche molto dire una simile stronzata, ma a mio modesto avviso c'è un motivo che mi spinge ad un flame del genere. Quando è uscita Linux Mint in versione Debian, col nome LMDE,  giusto per provarla l'ho installata in una partizione del mio hard disk, l'ho provata e sinceramente non mi ha colpito particolarmente sia nel bene che nel male. Nei giorni di festa appena passati è uscita l'ultima versione di LMDE, quindi ho deciso d'installarla e di frequentarla di più, tanto è vero che mi sono iscritto sul sito dl Linux Mint Italia, che saluto. Bene in questi giorni l'ho provata, è molto user friendly, ci sono cose di default che ti semplificano la vita, ecc. ecc,  ma c'è una cosa grave che non ho proprio digerito, e ieri notte prima di addormentarmi mi è rivenuta in mente a distanza di 4 giorni, il momento dell'installazione, e subito ho esclamato, ma NOOO non è possibile questa non è Debian. Il motivo?…presto detto. Giocare con le partizioni può essere grave. L'installer fa confusione con le partizioni:

  1. Problema con la creazione della swap: l'installer non ti dice che hai bisogno di un'area di swap, e se anche nelle tue partizioni è presente una o più di swap, questa viene completamente ignorata. Tanto è vero che ti ritrovi LMDE senza swap, o meglio te la trovi, ma con uuid sbagliato, ma invece che, esempio: in /dev/sda6 te la ritrovi in /dev/sda10. A questo punto si risolve trovando l' uuid esatto e modificando /etc/fstab con l'esatta partizione. Oppure in maniera più veloce con questo metodo.
  2. La cosa più incredibile di tutti è questa, secondo me, in /etc/fstab mi trovo la voce non richiesta, ma ben accetta se funzionante, di una linea con: /dev/sda1 ma con fs ext3 ecc. ecc. Incredibile in /dev/sda1 come nel 98% dei pc multi OS io ho Windows, allora a questo punto le cose sono due, ho LMDE è talmente avanti che ha notato che Windows in tutto il 2010 è stato avviato non più di 3-4 volte, e quindi mi suggerisce di spianarlo e formattarlo in ext3 (chissà perchè non in ext4), oppure ha problemi con il rilevare correttamente le partizioni, e questo può essere molto grave, se arriva magari a toccarmi una partizione non richiesta.

Quindi dopo aver visto queste cose, io che sono un utilizzatore di Debian Gnu/Linux ho avuto questa reazione/sfogo. Non mi ricordo un problema simile in una Debian pura.

 

enjoy 😉

Autore: Franco Conidi aka edmond

Senior System Integrator, Network Administrator, Sys Admin Linux, Linux User, Consulente Informatico.

22 pensieri riguardo “LMDE non è Debian”

  1. Strano.. A me quegli stessi identici problemi erano sorti con la prima versione, e li avevo risolti a mano, ma nella nuova release tutto è filato liscio in automatico, riconoscimento corretto e mount della swap, e delle altre partizioni..
    Quale immagine hai usato, la 201012 o l'ultima 201101??

  2. Da quando uso Debian non ho mai e dico mai avuto questi problemi. Mi sa che LMDE dovrà rimboccarsi le maniche e prendere due decisioni. 
    1) Fare le cose serie
    2) Buttare via tutto e lasciar perdere
    😀

  3. @RedBlue

    ho scaricato l'ultimissima Linux Mint Debian 32-bit (201101) ed i problemi ci sono come si evince

    da questi post

    @lightuono

    in effetti non ricordo nemmeno io problemi simili, nemmeno il fatto che sia una rolling può

    giustificare una cosa simile. Su Sid è capitato che non andavano tante cose, ma le partizioni

    proprio no.  Il mio non è un post per fare flame gratuito, ma non si può rilasciare una distribuzione

    se hai il solo minimo sospetto che capiti una cosa del genere.

  4. @edmond
    " Il mio non è un post per fare flame gratuito, ma non si può rilasciare una distribuzione se hai il solo minimo sospetto che capiti una cosa del genere."
    Hai centrato in pieno :)!

  5. Personalmente non ho avuto di questo problemi (ti parlo del primo rilascio di LMDE) ma forse perché avevo già partizionato precedentemente l'HD per ospitare LMDE. Ma ovvio che questi sono problemi seri che spero vengano corretti presto, cmq sia per il resto è Debian+confort vari, non è snaturalizzata come Ubuntu. Lo dicono gli stessi sviluppatori "LMDE è un esperimento, quindi da non considerarsi stabile".

  6. @picchio

    "LMDE è un esperimento, quindi da non considerarsi stabile"

    ok, ma se tu mi rilasci una distro e magari mi sputtani le partizioni, questo non va proprio bene 🙂

    e comunque questa è una delle prime cose che deve funzionare 😉

  7. @edmond
    Ma infatti questi sono gravi bug dell'installer (realizzato da zero) non ci sono santi che tengono 🙂

  8. Allora devo essere stato fortunato io!! 🙂
    C'è da dire però che sul pc sul quale ho testato non c'è una partizione Win, ma solo partizioni Linux, magari ora che hai segnalato questo fatto farò un altro test apposta.. 😉

  9. Oltre a quanto detto, LMDE ha delle cose che in Debian non ci sono: Firefox, libcairo2 prelevata da Ubuntu, il font Ubuntu, Thunderbird. Insomma se bisogna fare le cose per bene, che le facciano. Concordo quindi con il fatto che non è una Debian pura.

  10. Beh, che il problema nelle partizioni sia un fatto grave non c’è dubbio, anche se io nella versione LMDE 201012 32bit non ho avuto di questi problemi…ma arrivare a dire che non è Debian ce ne vuole ( questo discorso può essere credibile per Ubuntu e le derivate come anche Mint10 ad esempio).
    Certo è che Clem Lefebvre ci crede fermamente e ce la stà mettendo tutta per creare una Debian più user-friendly possibile e questo può avere delle ripercussioni come è capitato sull’installer ( peraltro creato da 0 quindi con peccati di gioventù) o lo “Black screen of death” subito rimediato con la versione 201101.
    Comunque bisogna ammettere: LMDE ha sconvolto o perlomeno ha dato una bella scossa e sinceramente questo ha soltanto giovato a Debian ed ai suoi fans….una rolling release Debian per tutti…… mica bau bau micio micio :).

  11. @ Ken

    per quanto riguarda il concetto di una Debian rolling release a me non dispiace. Ma quello che io volevo esprimere in questo post, anche se in maniera forzosa, è il concetto che è stata presentata una distro Debian based, dove tutti sanno, che una delle peculiarità di una Debian è la stabilità e la sicurezza, e ci si  ritrova fin dal primissimo passo dell'installazione in un errore così grave, sulle partizioni poi, che come minimo uno butta via il cd. Io non discuto l'impegno di Lefebvre e degli altri sviluppatori, ma dico solo che non puoi rilasciare una nuova versione sapendo che non hai risolto quel tipo di bug, che precedentemente ti era già stato segnalato, ed addirittura nel changelog dici di averlo risolto, ma sostanzialmente è una bugia.

  12. scusate, ma per avere una debian "rolling" non basta mettere i repository con "testing" o (per i più audaci) "sid"? personalmente ringrazio quelli di mint perché hanno fatto un repository molto utile per chi non ha molta praticità con pinning vari e non sa compilarsi pacchetti tipo firefox o simili; ma da qui a considerarla una distribuzione derivata mi sembra esagerato, soprattutto perché rischia di annullare comunque il buon lavoro fatto sul repository. Per me lmde resta ed è un buon repository da aggiungere ai classici debian. ciaociao

  13. "……una distro Debian based, dove tutti sanno, che una delle peculiarità di una Debian è la stabilità e la sicurezza, "
    Mica vero!!!!
    Hai avuto a che fare con Sidux, ora Aptosid, basata su Debian Sid? Dove la stabilità non esiste e basta un aggiornamento di pacchetti errato che ti sconvolge tutto…allora non è Debian based? O parli di Lenny ed allora hai perfettamente ragione…ma Lenny non è ne testing ne sid.
    Il titolo che hai messo è forte…..se sei rimasto deluso da LMDE il titolo poteva essere "LMDE, che delusione" oppure "LMDE, si poteva fare meglio".
    Dire "LMDE non è Debian" , secondo me, è molto mooolto forzata.
     

  14. bhe…diciamo che Debian è testing di nome ma di fatto è stable, su Sid è normale che dei problemi ci siano, ma se stai attento e non ti affretti ad aggiornare il tutto e di più subito, riesci a salvarti. Sidux l'ho provata, è come dici tu,  e non mi è piaciuta. Ma LMDE è basata su testing, quindi di fatto io la considero stable. Ho già detto che il titolo può sembrare forte, ma non mi risultano tanti precedenti di una distro Debian based stable con un bug così grave sull'installer, che poteva essere giustificato la prima volta, ma non nella release successiva, dove nel changelog dichiari di aver risolto il problema. Il mio non vuole essere un flame tanto è vero che su hard disk ho la 32 bit e mi accingo ad installare la 64bit.  Poi se vogliamo dirla tutta, LMDE non ne esce bene con questi errori, e rischia di vanificare quanto di buono fatto fino ad adesso.

  15. Ovvio che lmde non e' debian, come non lo e' ubuntu, knoppix, etc. Solo debian E' debian.

  16. Il fatto che un simile problema si trascini dalla scorsa versione e’ gravissimo, pero’ suvvia, e’ una
    distribuzione di cui bisogna premiare il giovane entusiasmo. Il problema si presenta a caso o con
    specifiche condizioni?

  17. sinceramente credo che il problema degli errori in /etc/fstab si presentano

    sempre, per il resto non ci rimane che attendere 😉

  18. Suvvia, ne ha ancora di strada da fare. Domanda, hai segnalato il problema agli sviluppatori??

  19. Ciao! Ho trovato questo post cercando qualcuno che pensasse come me che questa distro avesse qualcosa di sbagliato.
    Non avevo notato il problema dello swap, anche perché l’avevo configurato di mio. Quello che di recente mi ha fatto proprio schifo (sì sì, schifo) è che il team di mantenimento ha deciso di creare un proprio repository di riferimento e di staccarsi dai repository ufficiali Debian. Il risultato: applicazioni non più aggiornate da mesi mentre sui repo Debian sono aggiornate, e incompatibilità tra i due repository: una volta che passi ai repo Mint tornare indietro fa saltare le dipendenze di mezzo hard disk.

  20. Attualmente non la sto più seguendo, quindi mi fido di quello che dici tu sui repository. Quello di buono, e che
    sto usando sulla mia Sid è Mate 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.