Creare una Debian Live personalizzata

 

 

 

Perche crearsi una Debian Live, quando sul sito si trovano gia pronte? Le risposte possono essere molteplici, ma secondo me i motivi fondamentali possono essere: la possibilità di includere nella propria Debian Live pacchetti o firmware che di default non ci sono, portare l'immagine a 600MB, rispetto ad 1,2GB di default, mantenendo sempre una live grafica, oppure addirittura portarla a 200MB con tutti i tools di rescue. Comunque come sempre fare riferimento al manuale.

 

# apt-get install live-build

 

esempio di configurazione:

 

$ mkdir live && cd live

 

$ lb config -a i386 --binary-filesystem fat32 --distribution squeeze --debian-installer live --archive-areas "main contrib non-free" --packages "gparted flashplugin-nonfree firmware-linux-nonfree lxde" --bootappend-live "locales=it_IT.UTF-8 keyboard-layouts=it"

 

per poi iniziare la costruzione:

 

# lb build

 

per testare il risultato, usare qemu oppure virtualbox:

 

# qemu -hda binary-hybrid.iso

 

enjoy 😉

Autore: Franco Conidi aka edmond

Senior System Integrator, Network Administrator, Sys Admin Linux, Linux User, Consulente Informatico.

23 pensieri riguardo “Creare una Debian Live personalizzata”

  1. Ho usato anch’io live-build per crearmi una live personalizzata, ma ho notato che live-build v3 (nei repo testing) usa comandi diversi (esempio, la lista dei pacchetti va messa in un file apposta perché non è più supportato il parametro –packages) rispetto live-build v2 (debian squeeze).
    Il tuo esempio di configurazione è riferito alla versione fornita con squeeze, giusto?

  2. @furly
    si metti wheezy al posto di squeeze
    @ Marco
    il comando sopra va bene per Squeeze, anche se non ci sono
    poi tanti stravolgimenti con il nuovo libve-build. Per esempio, invece
    di usare –packages, usi –packages-lists (lxde oppure gnome oppure rescue) oppure il -p (lxde gparted ecc ecc)

  3. Grazie Edmond lo sapevo. Volevo sapere solo se funzia: l’ultimo mio tentativo con il vecchio sito debian-studio falliva miseramente ogni volta con Wheezly…
    p.s.: complimenti per il blog!

  4. Due considerazioni (soltanto perchè posts così interessanti diventano poi una buona guida con tanto di debugs):
    – prima di dare il comando di costruzione lb build, è bene creare una cartella dedicata nella propria home, altrimenti si corre il rischio di “sporcare” un po’ il sistema con directory e sottodirectory;
    – il pacchetto live-installer non funzia (almeno nella costruzione di wheezy). Infatti dopo circa mezz’ora di scaricamento e sfrullamento, la build si blocca sul menzionato pacchetto. Questa cosa succedeva anche con la costruzione via web (leggasi debian live studio). Con squeeze non lo so.

  5. #furly
    aggiunto la creazione della cartella 😉
    praticamente sei su testing, e fallisce la costruzione della testing live?

  6. Io sono su stable. Avvio la build di wheezy+lxde con solo i repos main, scarica tutti i pacchetti necessari, inizia il building. Quando il sistema cerca di scaricare il pacchetto debian-live-installer (mi pare) non lo trova ed il build termina con errore.

  7. @furly
    ti confermo che funziona, io l’ho appena creata senza errori,
    il comando usato su Sid, è lo stesso di sopra, solo che al posto
    di –packages, va -p

  8. Che sia allora per colpa che la base è Debian Squeeze?
    Mi sembra strano… Provo ancora poi ti faccio sapere.
    Grazie.

  9. Edmond, dove e come si configurano i sources di apt prima di costruire la “Live”? Io che sono a piú di 6.000 Km dalla patria madre mi scarica prima dal repositorio tedesco e dopo da cdn.debian.net che é indecentemente lento, 10 Kb/s, nemmeno quando andavo con il modem a manovella mi scaricava cosí…

  10. ci sono i comandi manuali, oppure vai nella cartella /config e modifica
    il file bootstrap, cdn.debian.net mi pare che puoi lasciarlo così,
    in quanto va a prendere il mirror più vicino.

  11. Ciao Edmond! Senti ma se volessi potrei includere anche un repository di terze parti in modo da installare direttamente ad esempio il browser Opera?

  12. @RedBlue
    non l’ho mai fatto ma credo di si, bisogna curiosare ed inserire il
    repo nel file bootstrap…..comunque proverò

  13. @RedBlue
    mi correggo, i repository di terze parti vanno inseriti nel
    file chroot, dove si trova la voce specifica.

  14. edmond, hai notizie di come si possa forzare il driver nVidia proprietario (quelli forniti da nVidia) in una live?

  15. edmond, hai notizie di come si possa forzare il driver nVidia proprietario (quelli forniti da nVidia) in una live?

    (chiaramente facendo nel contempo in modo di blacklistare – o eliminare – Nouveau)

    Grazie!

  16. Ciao, dovrei fare delle prove ma al momento non ho avuto tempo, spero di riuscire a farlo nella prox settimana 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.