Creare una Debian Live personalizzata con live build

 

Creare una Debian Live personalizzata con live build

Creare una Debian Live personalizzata con live build

Dopo la guida precedente su come Creare una Debian Stretch Live Custom persistente Sicura , ecco un altro metodo per costruirsi una propria distribuzione Linux personalizzata basata su Debian. Questa volta useremo live build al posto di debootstrap, siccome le confgurazione sono moltissime, è meglio leggere prima la documentazione su live-config, e live-build.

$ mkdir live; cd live
$ lb config --distribution stretch --binary-images iso-hybrid --architectures amd64 --archive-areas "main contrib non-free" --debian-installer-gui "true" debian-installer "live" --mirror-bootstrap https://ftp.it.debian.org/debian/ --mirror-binary https://ftp.it.debian.org/debian --bootappend-live "boot=live components timezone=Europe/Rome locales=en_GB.UTF-8 keyboard-layouts=it hostname=Debian-Custom username=user noeject autologin"

per installare un desktop environment e tutti i programmi di cui si necessita, bisogna editare il file live.list.chroot, ed incollare dentro il tutto:

$ nano config/package-lists/live.list.chroot
mate-desktop-environment task-laptop xorg xinit xserver-xorg-input-evdev xserver-xorg-input-libinput xserver-xorg-input-kbd

volendo si può anche cambiare l'immagine di boot, proprio come ho fatto io. Serve un immagine di 640×480 dal nome splash.png, crearsela oppure scaricare la mia. Ipotizzando che il file splash.png si trova nella home:

$ cd config; mkdir bootloaders
$ sudo cp -r /usr/share/live/build/bootloaders/isolinux bootloaders/
$ sudo rm bootloaders/isolinux/splash.svg
$ sudo cp $HOME/splash.png bootloaders/isolinux/splash.png
$ cd ..
$ sudo lb build

a questo punto non resta che provare la nostra Debian Stretch personalizzata, tramite VirtualBox oppure direttamente da chiavetta usb:

$ sudo su
# dd if=live-image-amd64.hybrid.iso of=/dev/sdX bs=4M status=progress

con questa configurazione utente e password sono le solite:

user=user
password=live

Creare una Debian Live personalizzata con live build

enjoy 😉

 

Disabilitare espulsione cd-rom allo shutdown su una Debian Live

 

 

 

Quando si usa un CD/USB Live, nel caso specifico una Debian Live, al momento dello shutdown appare la scritta " Please remove the disk , close the tray (if any) and press ENTER to continue ", praticamente il cd-rom viene espulso e si rimane bloccati fino a quando il tasto ENTER non viene premuto, L'idea su questa guida, mi è venuta in quanto qualcuno, dopo aver costruito una propria Debian Live personalizzata, mi ha riferito che aveva l'esigenza che il cd live rimanesse sempre inserito. Per ottenere il blocco dell'espulsione quindi, bisogna passare il parametro " noprompt " al kernel. Se si costruisce una Debian personalizzata con live build, basta usare ( non l'ho testato ma dovrebbe funzionare 🙂 ):

 

$ lb config --bootappend-install "noprompt"

 

Nel caso invece del cd Debian Live ufficiale, bisogna installare isomaster, che si trova nei repository, ed andare a modificare l'immagine iso, per poi ricostruirla. Praticamente bisogna modificare il file /isolinux/live.cfg, ed inserire l'opzione noprompt al menu Live:

 

label live
    menu label Live
    kernel /live/vmlinuz
    append initrd=/live/initrd.img boot=live config   quiet noprompt

 

enjoy 😉

Creare una Debian Live del proprio sistema

 

 

 

 

Esiste la possibilità di crearsi una Debian Live del proprio sistema, una copia esatta reinstallabile. Sull'utilità di crearne una si può anche discutere, nel senso che, l'immagine iso creatasi sarà molto grande per un sistema standard. Credo che abbia più senso per una Debian minimale, comunque:

 

$ mkdir live && cd live

$ lb config --bootstrap copy --debian-installer live

$ sudo lb build

 

enjoy 😉

Creare una Debian Live USB Persistente

 

 

 

 

Metodo per crearsi una Debian Live personalizzata, ma su USB con persistenza, e cioè con la possibilità di avere a portata di mano la nostra Debian Live, ma con la possibilità di fare e mantenere cambiamenti. Un esempio su tutti, è la possibilità di installare software successivamente, arrivando ad avere tutto quello che ci occorre, compresi i pacchetti di terze parti. Nell' immagine sopra si vede la mia chiavetta da 2G, dove 600MB circa risultano occupati dalla Debian Live installata, ed il resto è tutto spazio che servirà a salvare future configurazioni ed installazioni. A differenza della guida precedente, adesso sono su Debian Sid, preciso questo poichè ci sono alcune cosette diverse rispetto a live-build di Squeeze, ma soprattutto c'è qualcosa che non sembra funzionare (lb config –username, l'opzione persistent in contemporanea con lingua e tastiera ecc ecc), comunque niente di preoccupante, poichè quasi tutto si può rivedere e correggere dopo.

 

$ mkdir live && cd live

$ lb config -a i386 -b hdd --bootappend-live "persistent" --binary-filesystem fat32

$ lb config --distribution squeeze --debian-installer live -p "lxde"

$ lb config --hostname DebianLivebox --username user

 

le configurazioni già pronte si trovano in:

 

$ ls /usr/share/live/build/package-lists

 

Alcune aggiunte supplementari possono essere:

 

$ lb config --parent-mirror-debian-installer https://ftp.it.debian.org/debian/

$ lb config --mirror-bootstrap https://ftp.it.debian.org/debian/

$ lb config --mirror-binary https://ftp.it.debian.org/debian/

$ lb config --archive-areas "main contrib non-free"

$ lb config --linux-flavours "686"

 

inizio del processo di costruzione con:

 

$ sudo lb build

 

riversare l'immagine (img) sulla chiavetta USB:

 

$ sudo dd if=binary.img of=/dev/sdX

 

creare la seconda partizione:

 

$ sudo fdisk /dev/sdX

 

premere:

p

per vedere la tabella delle partizioni, e leggere la fine dei cilindri, relativa alla prima partizione.

 

 

poi in successione:

 

n

p

inserire il numero successivo come inizio di partizione, nel mio caso il 78, ed invio

invio

w

$ sudo mkfs.ext4 -L live-rw /dev/sdX2

 

a questo punto la Debian Live su USB con persistenza è pronta, e verrà montata in /live/cow. Comunque fare riferimento al man di lb_config e live-boot.

 

enjoy 😉

Creare una Debian Live personalizzata

 

 

 

Perche crearsi una Debian Live, quando sul sito si trovano gia pronte? Le risposte possono essere molteplici, ma secondo me i motivi fondamentali possono essere: la possibilità di includere nella propria Debian Live pacchetti o firmware che di default non ci sono, portare l'immagine a 600MB, rispetto ad 1,2GB di default, mantenendo sempre una live grafica, oppure addirittura portarla a 200MB con tutti i tools di rescue. Comunque come sempre fare riferimento al manuale.

 

# apt-get install live-build

 

esempio di configurazione:

 

$ mkdir live && cd live

 

$ lb config -a i386 --binary-filesystem fat32 --distribution squeeze --debian-installer live --archive-areas "main contrib non-free" --packages "gparted flashplugin-nonfree firmware-linux-nonfree lxde" --bootappend-live "locales=it_IT.UTF-8 keyboard-layouts=it"

 

per poi iniziare la costruzione:

 

# lb build

 

per testare il risultato, usare qemu oppure virtualbox:

 

# qemu -hda binary-hybrid.iso

 

enjoy 😉