Creare una Debian Live USB Persistente

 

 

 

 

Metodo per crearsi una Debian Live personalizzata, ma su USB con persistenza, e cioè con la possibilità di avere a portata di mano la nostra Debian Live, ma con la possibilità di fare e mantenere cambiamenti. Un esempio su tutti, è la possibilità di installare software successivamente, arrivando ad avere tutto quello che ci occorre, compresi i pacchetti di terze parti. Nell' immagine sopra si vede la mia chiavetta da 2G, dove 600MB circa risultano occupati dalla Debian Live installata, ed il resto è tutto spazio che servirà a salvare future configurazioni ed installazioni. A differenza della guida precedente, adesso sono su Debian Sid, preciso questo poichè ci sono alcune cosette diverse rispetto a live-build di Squeeze, ma soprattutto c'è qualcosa che non sembra funzionare (lb config –username, l'opzione persistent in contemporanea con lingua e tastiera ecc ecc), comunque niente di preoccupante, poichè quasi tutto si può rivedere e correggere dopo.

 

$ mkdir live && cd live

$ lb config -a i386 -b hdd --bootappend-live "persistent" --binary-filesystem fat32

$ lb config --distribution squeeze --debian-installer live -p "lxde"

$ lb config --hostname DebianLivebox --username user

 

le configurazioni già pronte si trovano in:

 

$ ls /usr/share/live/build/package-lists

 

Alcune aggiunte supplementari possono essere:

 

$ lb config --parent-mirror-debian-installer https://ftp.it.debian.org/debian/

$ lb config --mirror-bootstrap https://ftp.it.debian.org/debian/

$ lb config --mirror-binary https://ftp.it.debian.org/debian/

$ lb config --archive-areas "main contrib non-free"

$ lb config --linux-flavours "686"

 

inizio del processo di costruzione con:

 

$ sudo lb build

 

riversare l'immagine (img) sulla chiavetta USB:

 

$ sudo dd if=binary.img of=/dev/sdX

 

creare la seconda partizione:

 

$ sudo fdisk /dev/sdX

 

premere:

p

per vedere la tabella delle partizioni, e leggere la fine dei cilindri, relativa alla prima partizione.

 

 

poi in successione:

 

n

p

inserire il numero successivo come inizio di partizione, nel mio caso il 78, ed invio

invio

w

$ sudo mkfs.ext4 -L live-rw /dev/sdX2

 

a questo punto la Debian Live su USB con persistenza è pronta, e verrà montata in /live/cow. Comunque fare riferimento al man di lb_config e live-boot.

 

enjoy 😉

Autore: Franco Conidi aka edmond

Senior System Integrator, Network Administrator, Sys Admin Linux, Linux User, Consulente Informatico.

19 pensieri riguardo “Creare una Debian Live USB Persistente”

  1. @Edmond
    Avrei bisogno di alcuni chiarimenti. Nel processo di creazione della persistenza, dopo aver inserito il numero di inizio, per ok intendi scrivere proprio OK (maiuscolo?) oppure invio, “w” o “W”, l’ultimo comando ha degli spazi tipo “mkfs .ext4 -L live -rw /dev/sdx” ?
    Perchè mi crea la partizione, ma non la alloca.

  2. In effeti dando invio procedeva ma viene fuori un errore di numero, eppure inserivo il successivo (72>73). Per l’ultimo comando , sicuramente non andava perchè restavo in fdidk. Quindi mi sono aiutato con gparted, che vedeva la nuova partizione, non allocata, allora ho dato mkfs….e tutto si è sistemato. La live funziona egregiamente, salva tute le modifiche fatte. Aggiungo che la mia live è fatta da Sid > Wheezy.
    Grazie

  3. Cosi’, se la usi assiduamente, distruggi la chiavetta usb, in men che non si dica. Mai un filesystem journaled su una memoria usb

  4. @Paride
    se si usasse in maniera assisdua, concordo con te, ma una Debian Live su usb,
    non la userai tutti i giorni….credo 😉

  5. Si può definire una penna multiboot che contenga 4-5 minidistro per gli interventi d’emergenza?

  6. Ah che bello, giusto quello che cercavo. Ora vedo come funziona.
    Grazie 🙂

  7. scusa edmond, ma se io volessi farmi , al posto della live “persistente” su chiavetta, una semplicissima ISO da masterizzare per poterla poi installare da altre parti come dovrei fare??

  8. @danailbi

    per fare una semplice iso senza persistenza

    lb config -a i386 -b iso –binary-filesystem fat32
    lb config –distribution squeeze –debian-installer live -p “lxde”

  9. quindi se io ho wheezy al posto di squeeze e xfce al posto di lxde mi basterebbe sostituire le parole e andrebbe bene….giusto?
    ma in quella maniera verrebbe fuori una ISO della mia wheezy+xfce+tutti i pacchetti che ho installato, oppure verrebbe fuori una wheezy+xfce pulita??

  10. grazie edmond, molto gentile…..ho letto quel tuo articolo, ma mi pare che il risultato di quei comandi dia una ISO identica al tuo s.o. in tutto per tutto, utenti e le loro home compresi….mi sbaglio? (tipo clonezilla)
    io cerco il modo di fare quello che facevo prima con ubuntu e poi con mint attraverso “remastersys dist”, cioe’ una ISO live che puo’ essere installata anche su altri pc…..hai qualche idea?

    grazie ancora

  11. Io ho dei problemi nella fase di creazione della partizione persistente. Dopo Sia parted che gparted che fdisk mi danno un errore del tipo “Invalid partition table – recursive partition on /dev/sdh” e non posso effettuare il partizionamento. Qualche idea?

  12. root@fratelli:~/live# lb config -a i386 -b hdd –bootappend-live "persistent" –binary-filesystem fat32
    bash: lb: command not found

    mi puoi aiutare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.