Creazione successiva dell'area di swap

 

Questo è un piccolo trucchetto, molto utile quando si vuole creare successivamente un area di swap. In passato è capitato

di installare una distribuzione Gnu-Linux e di dimenticarsi della creazione della memoria swap. Crearla è molto semplice,

ipotizzando di volerla creare da 1 giga, i comandi sono i seguenti:

Creazione del file:

# dd if=/dev/zero of=/media/swapfile bs=1M count=1024

Creazione della swap

# mkswap /media/swapfile

Attivazione:

# swapon /media/swapfile

Per rilevarne la creazione:

# cat /proc/swaps

Per il montaggio in automatico, editare fstab con l’editor preferito

# nano /etc/fstab

ed inserire la riga:

/media/swapfile swap swap defaults 0 0

Salviamo (Control+O)

Usciamo (Control+X)

Cifrare documenti con GPG/GnuPG

 

Quello di usare GPG è un altro modo per cifrare  documenti importanti, in alternativa ad encfs e mcrypt. Esistono dell’interfacce

grafiche per generare chiavi GPG. Per chi usa Gnome, seahorse, per chi usa Kde, kgpg. In questo caso utilizzo il terminale.

Per prima cosa bisogna generare la chiave con il comando :

gpg --gen-key

a questo punto rispondiamo alle domande che ci appaiono a video, ed inseriamo i nostri dati, come nome, email, ecc ecc,

scegliamo una password, ed incominciamo a muovere il mouse fino a che la password non è stata creata., non ci deve

apparire un messaggio di questo tipo:

 Adesso siamo pronti a cifrare un file, utilizzando il nome che abbiamo scelto all’inizio della creazione della chiave.

Cifrare:

gpg -e -r edmond prova.txt

o in alternativa:

gpg --encrypt --recipient edmond prova.txt

Decifrare:

gpg --output prova.txt --decrypt prova.txt.gpg

oppure:

gpg --output prova.txt --symmetric prova.txt.gpg

Per ulteriori informazioni, man gpg

Mcrypt-cifrare file

 

Questo è un piccolo trucchetto per cifrare velocemente un file. Come ho avuto modo di scrivere in passato per altri metodi

qua e qua,la sicurezza non è mai troppa, specialmente quando si scrivono su un file dei dati sensibili.

Quello che serve è Mcrypt:

# apt-get install mcrypt

quindi per cifrare un file usiamo questi comandi:

mcrypt -a blowfish nome_file

dove -a indica l’algoritmo di cifratura. Per la lista completa:

mcrypt --l

a questo punto sceglieremo una password che inseriremo due volte, e ci troveremo un file criptato con estensione .nc.

Adesso non rimane che distruggere l’originale:

shred -n 10 -u -z -v nome_file

per decifrare il file:

mdecrypt nome_file.nc

Tutto qua, per altre opzioni man mcrypt

 

Messaggio all'avvio del terminale

 

 

Questa è un semplice trucchetto per avere un messaggio all'apertura del terminale. La cosa simpatica è quella che il

messaggio ci apparirà come se in quel momento qualcuno lo stesse scrivendo con una macchina da scrivere.

Non bisogna fare altro che incollare alla fine di .bashrc quanto segue:

##Messaggio di benventuto
messaggio="Ciao edmond attento a quello che fai : ) "
nLettera=${#messaggio}
i=0
while [ "$i" -lt "$nLettera" ]
do
sleep 0.1
echo -n "${messaggio:$i:1}"
(( i += 1 ))
done
echo

dove sleep 0.1 indica in millisecondi il tempo di attesa per ogni lettera.

libgnomevfs-WARNING-Debian-Sid

 

Stasera mentre smanettavo un po su Sid, mi è capitato una cosa stranissima, tutto ad un tratto non sò come e perchè, non

riuscivo ad ottenere i privilegi di root. L’errore nel terminale era il seguente:

(gedit:4397): libgnomevfs-WARNING **: Unable to create ~/.gnome2 directory: No such file or directory
Could not create per-user gnome configuration directory `/root/.gnome2/’: No such file or directory

Dopo un po di sbattimenti sono riuscito a capire e a risolvere il problema, che era dato da una modifica (non so come sia

avvenuta) in /etc/passwd, dove root si trovava in /home/root anzichè in /root. A questo punto non mi rimaneva che dare un:

Ctrl-Alt-F1

nano /etc/passwd

e nella riga dedicata a root cancellare la voce /home. Spero sia utile a qualcuno. Enjoi 😉

 

Debtree-generatore grafico di dipendenze

 

Come da titolo Debtree è un generatore grafico di dipendenze, comodo per chi volesse graficamente farsi un idea sulle

dipendenze di uno specifico programma. Per ottenere il grafico Debtree si appoggia a Graphviz.  Per installarlo:

apt-get install graphviz

git clone git://git.debian.org/~fjp/debtree.git

a questo punto entriamo nella directory debtree, e proviamo a generare un grafico per dpkg:

cd debtree

./debtree --no-recommends --no-alternatives --max-depth=4 dpkg| dot -T png > grafico-dpkg.png

gnome-open grafico-dpkg.png

Oppure in alternativa:

./debtree dpkg > grafico-dpkg.dot

dot -T png -o grafico-dpkg.png grafico-dpkg.dot

gnome-open grafico-dpkg.png

A questo punto abbiamo il nostro grafico.

Enjoy .

 

Failed to initialize HAL

Gli ultimi aggiornamenti sulla mia Debian Lenny, devono avergli fatto male dato che avviando il pc mi è apparsa la finestrella con su scritto Failed to initialize HAL. Infatti avevo problemi con il montaggio delle  periferiche e quindi il problema andava ricercato in dbus e hal  Ho iniziato subito rimettendo il symlink al runlevel di default::

# update-rc.d -f dbus remove

# update-rc.d -f hal remove

# update-rc.d dbus defaults

# update-rc.d hal defaults

ma non ha funzionato, infatti dopo avere riavviato è apparsa la solita finestrella. La soluzione era molto più semplice e cioè quella di reinstallare HAL.

Wajig escludere pacchetti deb

A volte capita di volere lasciare un pacchetto alla stessa versione, per non avere successivi problemi con dipendenze

o malfunzionamenti. Le distribuzioni che usano Apt hanno la possibilità di mettere in attesa questi pacchetti, per poi

reinstallarli in un secondo momento. Tutto questo evita la fastidiosa comparsa dell’ avviso continuo di update. Una

delle possibiltà può essere quella offerta da Wajig, un programma a riga di comando che si appoggia a Dpkg e Apt.

# apt-get install wajig

Una volta che il programma è installato, è possibile mantenere un pacchetto, in modo che venga ignorato da Apt,

in questo modo:

# wajig hold nome_pacchetto

Quando si vuole sbloccare il pacchetto:

# wajig unhold nome_pacchetto

Per visualizzare l'elenco dei pacchetti in attesa:

# wajig list-hold

 

Montare immagini (ISO,BIN,CUE,NRG,MDF,IMG/CCD,DAA) in Debian

Avere la possibilità di montare un file di immagine senza masterizzarlo a volte risulta molto comodo.

Ci sono diversi formati, e montarli è abbastanza semplice.

Immagine ISO:

mount -t iso9660 -o loop archivio.iso /directory/di/montaggio

 

Immagine BIN e Cue

Per poter montare questo tipo di immagine prima bisogna convertirla in ISO.

apt-get install bchunk

bchunk archivio.bin archivio.cue nuovoarchivio.iso

Una volta trasformato in ISO:

mount -t iso9660 -o loop archivio.iso /directory/di/montaggio

 

Immagine NRG

Non c’è bisogno di convertirla in ISO

mount -t iso9660 -o loop,offset=307200 immagine.nrg /directory/di/montaggio

Se si volesse convertire:

apt-get install nrg2iso

nrg2iso archivo.nrg nuovoarchivio.iso

 

Immagine MDFe MDS

Anche qua bisogna prima convertire in Iso

apt-get install mdf2iso

mdf2iso archivio.mdf nuovaimmagine.iso

 

Immagine IMG

Convertiamo in ISO

apt-get install ccd2iso

ccd2iso immagine.img immagine.iso

 

Immagine DAA

Il formato DAA è quello che utilizza  Poweriso. Anche in questo caso bisogna prima convertirlo in ISO.

wget https://poweriso.com/poweriso.tar.gz

tar -zxvf poweriso.tar.gz

convertiamo in ISO con:

./poweriso convert immagine.daa -o nuovaimmagine.iso

Tutti i formati di immagine convertiti in ISO, si montano con:

mount -t iso9660 -o loop archivio.iso /directory/di/montaggio

 

 

Amministrare la banda con Trickle

 

Trickle si incarica di limitare l’uso della banda sia in download che in upload di una applicazione specifica.

Questo può essere molto utile se nel contempo si volesse continuare a navigare senza avere la banda satura.

Si puo usare con programmi tipo: Deluge, Amule, apt-get upgrade ecc ecc. Trickle è presente nei repository Debian.

Esempio:

trickle -u 5 -d 12 apt-get upgrade

In questo caso si incarica di limitate apt-get upgrade in upload a 5 kbps  ed in download a 12 kbps,

oppure:

trickle -d 50 deluge

Deluge utilizzerà solo 50kbps. Per altre opzioni consultare il man.