(Solved) warning ldconfig not found in PATH Debian Buster

Passando da Debian Stretch a Debian Buster modificando i sources-list, alla fine dell’upgrade molto probabilmente non si potrà più installare un nuovo pacchetto poichè si presenterà l’errore seguente:

Preconfiguring packages …
dpkg: warning: 'ldconfig' not found in PATH or not executable.
dpkg: warning: 'start-stop-daemon' not found in PATH or not executable.
dpkg: error: 2 expected programs not found in PATH or not executable.
Note: root's PATH should usually contain /usr/local/sbin, /usr/sbin and /sbin.
E: Sub-process /usr/bin/dpkg returned an error code (2)

questo errore si risolve con:

su
nano /root/.bashrc

aggiungere in fondo:

export PATH=/usr/local/sbin:/usr/local/bin:/usr/sbin:/usr/bin:/sbin:/bin

riavviare:

reboot

enjoy 😉

(Solved) Samba Computer in rete non visualizzati

(Solved) Samba Computer in rete non visualizzati

(Solved) Samba Computer in rete non visualizzati

In realtà il titolo doveva essere: (Solved) Samba e Computer in rete non visualizzati problema di accesso con password ed errori vari. Tutto questo perchè ho riscontrato problemi simili, su distribuzioni diverse, Debian Stretch, Ubuntu 18-10, Parrot OS. Ad ogni modo il tutto si risolve con piccoli ritocchi al file smb.conf.

sudo apt-get install samba samba-common python-glade2 smbclient
sudo nano /etc/samba/smb.conf

ed incollare nel menu [global]

workgroup = WORKGROUP
client use spnego = no
client ntlmv2 auth = no
client max protocol = NT1

dove le stringhe 2 e 3, evitano l'errore sotto indicato:

edmond@debianbox:~$ smbclient -L 192.168.1.1
WARNING: The "syslog" option is deprecated
Enter edmond's password:
Server does not support EXTENDED_SECURITY but 'client use spnego = yes and 'client ntlmv2 auth = yes'

mentre con la stringa 4 si potranno vedere i pc della nostra rete nel menu Network>Windows Network>Workgroup, ed in più dopo aver digitato la password finalmente si riesce ad accedere.

sudo reboot

(Solved) Samba Computer in rete non visualizzati

enjoy 😉

 

(Solved) Problema di boot bug ifupdown su Debian Buster

(Solved) Problema di boot bug ifupdown su Debian Buster

(Solved) Problema di boot bug ifupdown su Debian Buster

Dopo gli ultimi aggiornamenti su Debian Buster, il sistema si blocca per 2/3 minuti con l'errore "a start job is running for wait for network to be configured by ifupdown". Non ho indagato molto su questo tipo di bug, ma dato che è molto fastidioso, si può risolvere al momento disabilitando ifupdown.

# nano /etc/default/networking

e cambiare da così:

WAIT_ONLINE_METHOD=ifupdown

a così:

WAIT_ONLINE_METHOD=none

a start job is running for wait for network to be configured by ifupdown

enjoy 😉

 

(Solved) initramfs-tools configuration sets RESUME=UUID

(Solved) initramfs-tools configuration sets RESUME=UUID

(Solved) initramfs-tools configuration sets RESUME=UUID

Questo tipo di errore è figlio di quest'altro "start job is running for dev-disk-by…(1min 30s)", che generalmente indica un problema con la partizione di swap. Quando si hanno più distro su uno stesso hard disk è cosa comune condividere la partizione di swap, ma purtroppo questa ultima genera questo tipo di errore, facendo sì che il boot prenda molto tempo, bloccandosi prima su "Begin: Running /scripts/local-block" e poi su "start job is running for dev-disk-by…(1min 30s)". Si risolve uniformando UUID in /etc/fstab con quello in /etc/initramfs-tools/conf.d/resume:

 

output errore:

W: initramfs-tools configuration sets RESUME=UUID=4ca3bc8b-4dae-441f-ae45-347e26c7f6d3
W: but no matching swap device is available.
I: The initramfs will attempt to resume from /dev/sda4
I: (UUID=4402c147-caf8-4b32-b7b3-43ecbcd8e0dd)
I: Set the RESUME variable to override this.

soluzione uniformare UUID in /etc/fstab ed in /etc/initramfs-tools/conf.d/resume:

# blkid
# nano /etc/fstab
# nano /etc/initramfs-tools/conf.d/resume
# update-initramfs -u -k all

(Solved) initramfs-tools configuration sets RESUME=UUID

enjoy 😉

 

(Solved) Errore GPG repository Kali Linux 2018.1

solved-errore-gpg-repository-kali-linux-2018-1

(Solved) Errore GPG repository Kali Linux 2018.1

Da un po' di tempo su Kali Linux avevo un errore GPG che impediva l'aggiornamento della distro. Si risolve con:

# wget https://https.kali.org/kali/pool/main/k/kali-archive-keyring/kali-archive-keyring_2018.1_all.deb
# apt install ./kali-archive-keyring_2018.1_all.deb
# apt update
# apt upgarde -y

enjoy 😉

 

(Solved) Begin: Running /scripts/local-block

 

(Solved) Begin: Running /scripts/local-block

(Solved) Begin: Running /scripts/local-block

Questo tipo di errore è figlio di quest'altro "start job is running for dev-disk-by…(1min 30s)", che generalmente indica un problema con la partizione di swap. Quando si hanno più distro su uno stesso hard disk è cosa comune condividere la partizione di swap, ma purtroppo questa ultima genera questo tipo di errore, facendo sì che il boot prende molto tempo, bloccandosi prima su "Begin: Running /scripts/local-block" e poi su "start job is running for dev-disk-by…(1min 30s)". Questo tipo di errore si risolve aggiornando initramfs.

# update-initramfs -u -k all

per conoscere uuid:

# blkid

(Solved) Begin: Running /scripts/local-block

enjoy 😉

 

(Solved) /proc/devices: No entry for device-mapper found

 

(Solved) /proc/devices: No entry for device-mapper found 

(Solved) /proc/devices: No entry for device-mapper found. Dopo aver compilato il kernel 4.8 su Debian Stretch/Sid, l'ho installato anche su Debian Jessie, e mi sono ritrovato lanciando il comando update-grub, con l'errore "No entry for device-mapper found". Per risolvere il problema bisogna ricompilare il kernel ed abilitare il modulo device-mapper. Per verificare se è presente:

# lsmod | grep -i dm-mod
# modinfo dm-mod

riepilogando:

$ wget https://cdn.kernel.org/pub/linux/kernel/v4.x/linux-4.8.12.tar.xz
$ tar xvf linux-4.8.12.tar.xz
$ cd linux-4.8.12/
$ cp /boot/config-$(uname -r) .config
$ make menuconfig

poi abilitare il modulo in Device Drivers –> Multiple devices driver support (RAID and LVM) –> Device mapper support

(Solved) /proc/devices: No entrfor device-mapper found (Solved) /proc/devices: No entry for device-mapper found(Solved) /proc/devices: No entry for device-mapper found

salvare, e dopo aver ricompilato, riavviare:

# make -j8;make modules -j8;make modules_install -j8;make install
# reboot

enjoy 😉

 

How to compile kernel 4.8.12 on Debian Stretch/Sid

 

How to compile kernel 4.8.12 on Debian Stretch/Sid

How to compile kernel 4.8.12 on Debian Stretch/Sid. Nella categoria Kernel ci sono diverse guide su come ricompilare un kernel, ma dopo qualche anno che non lo facevo più, ho dovuto rimetterci mano perchè mi serve abilitato il modulo UFS, per la scrittura delle partizioni con Debian Gnu/kFreeBSD e FreeBSD. Al momento della compilazione si è verificato un errore, che successivamente ho capito essere un bug, quindi di seguito anche la soluzione:

Installare l'occorrente per la compilazione:

$ sudo apt-get install git fakeroot build-essential ncurses-dev libssl-dev bc
$ sudo apt-get --no-install-recommends install kernel-package

Scaricare l'ultimo kernel, da kernel.org, al momento il 4.8.12:

$ wget https://cdn.kernel.org/pub/linux/kernel/v4.x/linux-4.8.12.tar.xz
$ tar xvf linux-4.8.12.tar.xz
$ cd linux-4.8.12/
$ cp /boot/config-$(uname -r) .config
$ make menuconfig
$ make-kpkg clean
$ fakeroot make-kpkg --initrd --revision=1.0.UFS kernel_image kernel_headers -j12
$ cd ..
$ sudo dpkg -i linux-image-* linux-headers-*

Quello sopra è il metodo standard per la compilazione del kernel, ma attualmente per un bug la compilazione fallisce restituendo un errore del tipo:

"make[2]: *** No rule to make target 'debian/certs/benh@debian.org.cert.pem', needed by 'certs/x509_certificate_list'.  Stop"

"No rule to make target 'debian/certs/benh@debian.org.cert.pem')"

A questo punto ho provato a commentare senza successo nel .config le voci:

CONFIG_MODULE_SIG_KEY=""
CONFIG_SYSTEM_TRUSTED_KEYRING=y
CONFIG_SYSTEM_TRUSTED_KEYS=""

ma al momento di lanciare il comando make menuconfig, in automatico la stringa CONFIG_SYSTEM_TRUSTED_KEYRING=y, viene attivata. Per risolvere il problema bisogna modificare il file .config abilitando quello di cui si ha bisogno, nel mio caso il modulo UFS, e poi lanciare make localmodconfig

$ make localmodconfig 

invece di:

$ make menuconfig

How to compile kernel 4.8.12 on Debian Stretch/Sid.

enjoy 😉

 

( Solved ) OwnCloud Maintenance Mode

 

Solved OwnCloud Maintenance Mode

Solved OwnCloud Maintenance Mode

Dopo ogni aggiornamento di ownCloud, quando si cerca di accedere al pannello di controllo, il messaggio che appare è quello nella figura sopra. OwnCloud in Maintenance Mode. Per risolvere il problema:

sudo /var/www/owncloud/config/config.php

ed alla voce maintenance sostituire "true" con "false". Dopodichè ricaricare la pagina e procedere con l'aggiornamento.

Solved OwnCloud Maintenance Mode

enjoy 😉

 

(Solved) Problemi con Kodi su Raspberry pi 2 e Debian Jessie

 

Dopo avere installato Debian Jessie pura su Raspberry pi 2, che io chiamo RaspJessie, ho avuto dei problemi con Kodi, tutti imputabili al fatto che creando un nuovo utente, questo non aveva i permessi di input, per la tastiera ed il mouse e quelli video. Lanciando Kodi il primo errore che si è presentato è stato: failed to open vchiq instance, che si risolve cambiando l'utente che lancerà kodi:

sudo nano /etc/default/kodi

e sostituire l' utente kodi. Poi verificare i gruppi per l'utente Kodi e il nuovo utente RaspJessie, aggiungendoli ai gruppi, video ed input:

$ id kodi
$ id utente_RaspJessie

quindi:

$ sudo usermod -a -G video utente_RaspJessie
$ sudo usermod -a -G input utente_RaspJessie
$ sudo usermod -a -G input kodi

e poi logout.

 

enjoy 😉